Il nostro blog è anche su: primadirectory.itbluggy

  • Facebook Social Icon
  • Pinterest Social Icon
  • LinkedIn Social Icon

CATASTO

a Belluno, Alpago, Feltre

Prima di una compravendita di un immobile, ma anche in caso di donazione e divisioni, va necessariamente verificato se lo stato di fatto è conforme ai dati catastali, tale rispondenza deve essere accertata sia nella rappresentazione cartografica nella mappa che nella planimetria catastale depositata. La conformità poi, pena la nullità dell’atto notarile, deve essere specificamente dichiarata all’interno dell’atto da parte del venditore, con allegata planimetria catastale. Lo studio svolge le normali attività di ricerca catastale, archivistica e di registro immobiliare, nonchè la messa in mappa di nuovi fabbricati e l'aggiornamento delle planimetrie catastali.

VARIAZIONI CATASTALI

Sono frequenti i casi in cui l’immobile dal punto di vista urbanistico-edilizio sia regolare ma che lo stato in essere non sia stato mai denunciato al Catasto Fabbricati e conseguentemente la planimetria catastale sia inesistente o non conforme.

In tal caso quindi si potrà procedere all’aggiornamento catastale che deve essere redatto da un professionista abilitato.

Si evidenzia che il mancato aggiornamento sarà sanzionato qualora intervenga dopo un mese dalla fine lavori e successivamente fino al trascorrere di cinque anni.

Se le opere eseguite non hanno comportato ampliamenti rispetto alla originaria pianta, sarà sufficiente depositare presso il Catasto Fabbricati la planimetria aggiornata accompagnata dal Modello di variazione DoCfa.

Qualora invece le opere eseguite abbiano comportato anche un ampliamento della originaria sagoma in pianta dell’edificio, prima del deposito della nuova planimetria è indispensabile inserire nella mappa del Catasto Terreni detta variazione mediante deposito del documento “Tipo Mappale” redatto previa attività topografica in loco atta a rilevarne la nuova sagoma.

Qualora invece dalla verifica urbanistica si riscontri la presenza di interventi eseguiti senza il necessario titolo urbanistico o in difformità da questo la situazione diventa più complicata e la soluzione va ricercata caso per caso.

AGGIORNAMENTO AL TAVOLARE DI CORTINA

Qualora l’immobile oggetto di compravendita insista sul territorio di un comune ove vige anche il sistema Tavolare (Cortina d’Ampezzo, Colle Santa Lucia...)  le intervenute variazioni di consistenza interna e di sagoma esterna di un immobile, con modalità diverse e specifiche vanno introdotte anche presso l’Ufficio Tavolare competente per territorio.

VERIFICA DELLO STATO URBANISTICO EDILIZIO

Ogni immobile ha una “legittimità urbanistica” espressa da una licenza edilizia, concessione edilizia o permesso di costruire. E’ importante che lo stato di fatto sia conforme all’ultimo progetto edilizio depositato in comune

In caso contrario le parti difformi sono da considerarsi abusive o irregolari e quindi necessitano di essere sanate pena la non commerciabilità del bene. Rientrano tra le opere abusive anche le semplici modifiche distributive dei vani all’interno di un appartamento e/o la realizzazione di un nuovo bagno.

Purtroppo in questa situazione si possono trovare anche quanti non ha direttamente effettuato gli interventi senza autorizzazione, ma hanno ereditato un bene urbanisticamente non conforme.

In questi casi, valutati singolarmente, lo studio interviene prospettando le possibilità ed i costi di una sanatoria e valutandone l'opportunità in rapporto al costo di ripristino dell'opera.

SUCCESSIONI

a Belluno, Alpago, Feltre

Lo studio svolge l'attività di stesura di successioni di morte e di gestione della delicata fase della suddivisione patrimoniale, intervenendo anche in casi complessi che rendono necessaria la ricostruzione di linee ereditarie molto ramificate e la ricerca di eredi in stati esteri.