Il nostro blog è anche su: primadirectory.itbluggy

  • Facebook Social Icon
  • Pinterest Social Icon
  • LinkedIn Social Icon

EDIFICI AD ENERGIA ZERO E PASSIVHAUS

a Belluno, Alpago, Feltre

Mai come negli ultimi anni l'aspetto energetico ha avuto un peso così importante non solo nella nostra vita quotidiana, ma anche nell'agenda politica nazionale ed internazionale. Mentre oggi ancora sentiamo parlare di edifici in Classe A, edifici costosi da realizzare specialmente per la loro dotazione impiantistica, da trent'anni il fronte dell'efficienza e del comfort si è spostato sulla concezione di edifici passivi, edifici ad energia zero e per quanto ci riguarda alla certificazione PASSIVHAUS.

COS'E' UN EDIFICIO PASSIVO

E' un edificio che garantisce un alto livello di comfort interno e che copre la totalità o la quasi totalità del suo fabbisogno di energia per il riscaldamento ed il raffrescamento in modo passivo, ovvero senza il bisogno di alcun impianto ad esclusione della ventilazione controllata dei locali. 

COME FUNZIONA: LA BIOCLIMATICA

Il principio di funzionamento è semplice: bisogna progettare non più un involucro scadente i cui difetti vengono corretti da costosi impianti, ma un involucro performante, accuratamente studiato per disperdere meno calore di quanto ne possa accumulare d'inverno e per non surriscaldarsi d'estate. Questo avviene sia facendo attenzione alle vetrate, che vanno ben orientate e calcolate, sia dalle murature che devono essere ben coibentate, prive di ponti termici non corretti ed a tenuta.

GLI IMPIANTI DI UNA CASA PASSIVA

Allora una casa passiva è priva di impianti? No! Ma grazie alle sue caratteristiche vengono molto ridotti e resi più semplici: basta pensare che una casa passiva certificata Passivhaus di 100 m² ha bisogno nel giorno più freddo dell'anno di 1kW per riscaldarsi, quanto una stufetta a metà potenza! L'altro importantissimo impianto è il sistema di ventilazione controllata dei locali, che consente il costante ricambio d'aria ed il mantenimento delle più perfette condizioni di comfort.

LA VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA - VMC

Se vi avvicinate al mondo del risparmio energetico e delle case ad alta efficienza, sentirete spesso parlare di VMC. Se non lo sentite, scappate a gambe levate! La ventilazione controllata con recuperatore di calore è un sistema imprescindibile su edifici ad alta efficienza, poichè garantisce il ricambio d'aria interno 24 ore su 24, a seconda dell'esigenza automaticamente rilevata.

PERCHE' CONVIENE

E' dimostrato da oltre trent'anni di esperienza che un edificio passivo secondo gli standard del protocollo Passivhaus, è più conveniente di un edificio costruito in Classe A. Il motivo è presto detto: oltre ad essere più efficiente anche di tre volte e quindi meno onerosa in gestione, a fronte di un piccolo investimento sull'isolamento dell'involucro determina grandi risparmi nella dotazione impiantistica.

CASE IN LEGNO E MURATURA E MITI DA SFATARE

il principale mito da sfatare di una casa passiva è quello che non si possano aprire le finestre: certo che si possono aprire! Semplicemente io di solito faccio questo esempio: ma se in pieno inverno sei fermo in tangenziale e te ne stai in macchina al caldo, con l'aria filtrata e pulita dal climatizzatore, ti viene in mente di spalancare i finestrini e far entrare freddo e aria sporca? La stessa cosa succede con una casa passiva dotata di VMC.

L'altro mito è quello che le case passive debbano essere realizzate per forza in legno: no! Si possono benissimo realizzare in muratura tradizionale, muratura armata, legno con pannelli sandwich, pannelli xlam e persino in legno, paglia ed argilla: quello che conta è il risultato finale: comfort ed economicità.