Il nostro blog è anche su: primadirectory.itbluggy

  • Facebook Social Icon
  • Pinterest Social Icon
  • LinkedIn Social Icon
  • Enrico Bortoluzzi Architetto

Perchè scegliere un intonaco in argilla aiuta a vivere meglio.



Dopo anni in cui nei prodotti per l'edilizia l'hanno fatta da padrona la chimica ed i prodotti di sintesi, il tutto spesso in nome dell'economicità (per il costruttore) ad ogni costo, oggi fortunatamente si segnala una decisa inversione di tendenza, con un forte ritorno verso prodotti più naturali e compatibili con le necessità biologiche dell'uomo.

Tra questi merita sicuramente un approfondimento l'uso di impasti d'argilla per la realizzazione di intonaci e finiture. L'argilla infatti è un materiale naturale che si forma dal dilavamento delle roccie, ovvero con l'azione nel tempo dell'acqua che asportando microgranuli di materiale roccioso e depositandoli a valle crea i depositi argillosi, più o meno concentrati. Da sempre viene utilizzata in edilizia, generalmente mescolata ad altri inerti naturali e per la formazione di intonaci e di blocchi da costruzione, ma anche di vere e proprie strutture murarie "impastate" interamente in opera, cui dedicheremo più avanti un approfondimento.

MA PERCHE' UTILIZZARE INTONACI IN ARGILLA?

1. La sostenibilità del prodotto Innanzitutto perchè l'argilla è una materiale ecosostenibile, poichè proviene direttamente dalla terra e alla fine del suo ciclo vitale può essere riciclato o ritornando alla terra o venendo semplicemente re-impastato con acqua e così rigenerato essere poi riutilizzato come nuovo intonaco.

Inoltre l'argilla, in varia frazione, è generalmente presente in tutti i terreni, percui è di semplice reperibilità e non necessita di enormi spostamenti e lavorazioni energivore: in molti casi può essere autoprodotta con un semplice secchio ed un miscelatore!


2. La lavorabilità e l'incredibile quantità di finiture possibili

Da un punto di vista della posa in opera poi, non è più complicata di un normale intonaco, ma richiede una discreta conoscenza del prodotto, specie se si vogliono ottenere gli effetti particolari che la rendono unica da un punto di vista estetico. Può essere tirata perfetta come un qualsiasi intonaco, lasciata leggermente morbida per un effetto più caldo, lasciata ruvida al tatto o lisciata al punto da essere impermeabile: l'unico limite è la fantasia.

Anche la lavorabilità è incredibile: si impasta semplicemente aggiungendo la giusta quantità d'acqua, si lavora molto facilmente in posa, che può essere effettuata anche a mani nude tanto il prodotto è naturale (l'ho provato personalmente in un laboratorio di bioedilizia su costruzioni in argilla e paglia).

Può essere utilizzata sia mista ad inerti come impasto di fondo comunemente detto intonaco grezzo, sia come intonaco fino.


3. Prestazioni uniche nel comfort

Un intonaco interno in argilla ha alcune peculiarità tecniche che lo differenziano enormemente rispetto alle finiture cementizie di tipo tradizionale:

- assorbe senza problemi l'umidità in eccesso nell'aria e la rilascia quando l'aria tende a seccarsi troppo, mantenendo il valore di umidità degli ambienti più costante e dentro la forbice del livello di comfort. Questo evita sia le problematiche legate ad un'aria troppo umida (muffe ed acari, quindi asma, sensibilizzazione agli allergeni, accentuarsi di problemi articolari) che ad un'aria troppo secca (secchezza delle vie respiratorie, della pelle ed arrossamento degli occhi);

- è maggiormente fono assorbente e questo aiuta molto nel ridurre il propagarsi di rumori domestici, ma va anche fatto notare che migliora l'acustica degli spazi;

- ha una migliore capacità di resistenza al passaggio del calore, pur conservando una discreta massa: questo le consente di accumulare e cedere lentamente discrete quantità di calore mitigando i fastidiosi picchi di temperatura, caratteristica molto apprezzata nelle costruzioni in legno che, per loro natura, dispongono di una scarsa inerzia termica;

- la stessa caratteristica gli permette di avere superficialmente qualche grado in più in inverno e qualche grado in meno in estate, il che significa una temperatura media operante più favorevole al comfort ed un minore uso della climatizzazione;

- assorbe e neutralizza gli odori degli ambienti.


CI SONO DEI LIMITI ALL'USO DELL'ARGILLA COME INTONACO?

Da un punto di vista tecnico normativo, la principale controindicazione è -nel caso dell'auto produzione- l'impossibilità di avere caratteristiche tecniche certe e garantite da un ciclo produttivo. Sono comunque disponibili in commercio molti prodotti già preparati con la giusta quantità di argilla ed inerti, con schede tecniche ed istruzioni di posa certificate senza nulla togliere alla naturalità del prodotto.

Da un punto di vista pratico, la posa richiede un minimo di esperienza per gli effetti più semplici e via via a salire per le lavorazioni più complicate: in questi casi consiglio sempre di affidarsi ad artigiani esperti.

Volendo individuare un limite a questo materiale, lo troviamo nella scarsa resistenza all'acqua, che non lo rende adatto all'uso all'esterno se non protetto da sporti e per la realizzazione di docce e vasche, a meno che non si utilizzino particolari tecniche di ceratura ed oliatura che lo rendono totalmente impermeabile (si parla di tedelakt o intonaco marocchino).

Ha una permeabilità al vapore più elevata rispetto ad un intonaco cementizio, va quindi valutata la stratigrafia della parete per evitare fenomeni di condensa interstiziale.

Non aggrappa su superfici che siano impermeabili, quindi devono essere preventivamente rimosse piastrelle, vernici, smalti, colle ed altre finiture idrorepellenti. Nel caso in cui si rendano necessari supporti, questi possono essere semplicemente le classiche arelle (cannicciato) in bambù e reti di juta.

IL SALDO E' ESTREMAMENTE POSITIVO

In conclusione è indubbio che gli intonaci in argilla svolgano una funzione normalizzante degli spazi che abitiamo, rendendoli maggiormente in sintonia con i nostri bisogni fisiologici e consentendoci una qualità dell'abitare assolutamente non paragonabile con le finiture cementizie ed acriliche, provare per credere!

Se sei interessato a saperne di più sull'architettura sostenibile, valuta la nostra attività progettuale sul sito BORTOLUZZI ASSOCIATI.

Enrico Bortoluzzi

architetto - Belluno

#Bioclimatica #architetturaecosostenibile #bioarchitettura #enricobortoluzziarchitetto #belluno #veneto #intonaciinargilla #intonacinaturali #tedelakt #Comfort #sostenibilità